Benvenuti

Pedalare, sudare e ancora pedalare. La natura, il verde, le colline, a volte le montagne. Le ruote tacchettate che si arrampicano sulle pareti. Sempre più vicini al cielo.  L’adrenalina al massimo durante le discese su qualsiasi fondo. Gli amici che ci passano, ma che a volte riusciamo a passare. Le forature, l’acqua delle fontanelle e delle fonti. I temporali improvvisi. Tutto questo, e molto altro, è il nostro modo di pensare e di fare CICLISMO

Take Care of Your Trails 2018

Anche nel 2018 la RacingBike aderisce all’iniziativa Take Care of Your Trail promossa dall’IMBA Europe che l’anno scorso ci ha consentito di restituire alla comunità il sentiero 3 Pozzi. Quest’anno i fine settimana dedicati all’iniziativa saranno due, uno ad aprile e l’altro a maggio. Il sentiero a cui ci dedicheremo ad aprile è uno dei più noti del nostro territorio e congiunge la zona Fonte di Santo Stefano con la Ciana transitando ad est di Monte Giusto.

Appuntamenti

Sabato 7 e domenica 8 aprile alle ore 9:30 presso la Fonte di Santo Stefano. Un gruppo raggiungerà il sentiero in bici partendo alle 8:30 dall’incrocio tra Viale Circe e Via Basilicata (quinta traversa).

Cosa serve

Guanti da lavoro e occhiali per proteggersi da rovi e rami sono indispensabili. Saranno molto utili attrezzi da giardinaggio quali forbici, cesoie, falcetti, seghe, roncole… Per chi non disponesse di tali attrezzi nessun problema perché ci saranno da spostare molte pietre.

Il risveglio primaverile è anche causa di piccoli fastidi come le zecche o altri parassiti. Suggeriamo l’utilizzo di abbigliamento che protegga il corpo.

Prima di iniziare i volontari devono iscriversi sul sito di IMBA Europe riempiendo il modulo con i propri dati personali e quelli dell’evento, nel nostro caso (F)-ITALY e gruppo al quale unirsi (B) IT- Racing Bike ASD.

Mappa dei partecipanti

Terracina Trail Network

Terracina Trail Network su Trailforks.com


Chiariamo subito un punto, il nostro intento non è quello di creare un altro elenco di percorsi pronti all’uso del tipo “scarico la traccia – la carico sul gps – seguo la traccia”. La rete fornisce già servizi di questo genere molto buoni che però, secondo noi, hanno il difetto di essere eccessivamente ridondanti facendo diventare la ricerca del percorso un’esperienza a volte frustrante.

Qui seguiremo un approccio all-mountain alla disciplina ovvero concentreremo l’attenzione su quello che secondo noi è la parte predominante di una uscita in mountain bike: la discesa sul single-track. Quindi ci limiteremo a dare una descrizione quanto più dettagliata possibile dei sentieri del nostro territorio percorribili in mountain bike. Lasciamo a voi il divertimento di combinarli tra loro realizzando la vostra escursione ideale.

Nella descrizione dei sentieri troverete una classificazione della difficoltà dello stesso secondo la single-trail skala (STS) descritta in italiano qui. Si va da S0, molto facile, fino a S6, impossibile. Per quanto possibile cercheremo di classificare porzioni di sentiero così da identificare le parti più difficili. Tuttavia si tenga conto che la descrizione non potrà mai essere accurata al 100% in quanto le condizioni possono cambiare repentinamente a causa degli agenti atmosferici, della presenza di bestiame o animali selvatici e così via.

I sentieri di cui parleremo non sono ad uso esclusivo della mountain bike, anzi sono per lo più antiche vie di comunicazione ancora utilizzate dai pastori e dalle loro mandrie. Solo recentemente sono utilizzati per uso ricreativo da camminatori, cacciatori e mountain-biker. Quindi prudenza e rispetto verso ogni utilizzatore sia esso umano o di altra specie.

La nostra associazione contribuisce, per quanto possibile, alla manutenzione di questa rete di sentieri anche attraverso iniziative quali Take Care of Your Trail di IMBA Europe. Tuttavia, in virtù di quanto detto sopra, garantirne il perfetto stato in ogni periodo dell’anno richiede uno sforzo che è ben aldilà dei nostri mezzi. In queste pagine ci limitiamo semplicemente a descrivere l’esistente e come associazione non ci riterremo responsabili di eventuali problematiche che potrebbero insorgere.

Trail attualmente pubblicati

Francolane

Iniziamo con le note dolenti, il sentiero è molto breve. Dopo i primi 750 metri niente di interessante, quindi per ...
Continua a leggere

Ciana

Prosecuzione naturale del trail Mammolini che può anche essere raggiunto salendo dalla Strada della Ciana. Il trail comincia dopo circa ...
Continua a leggere

3 Pozzi

Si tratta di un antico sentiero che consentiva a pastori e contadini di Campo Soriano e dintorni di recarsi in ...
Continua a leggere

Mammolini

Questo è forse il sentiero più utilizzato dai biker locali e sicuramente il primo tra i tanti ad essere percorso ...
Continua a leggere

La Forcola

Il sentiero ha inizio dalla radura sulla sella di Monte Leano in cui sono istallati i ripetitori e si dirige ...
Continua a leggere

Corso Base Mountain Bike

La ASD Racing Bike organizza per i propri soci un corso rivolto a tutti gli appassionati che vogliono imparare a padroneggiare le tecniche di guida della mountain bike in modo da affrontare i sentieri con maggior sicurezza, confidenza e quindi divertimento.


Le abilità necessarie verranno dapprima acquisite in ambiente protetto (ad esempio un prato) e poi messe in pratica sui sentieri.

Le lezioni saranno tenute da un tecnico abilitato dalla Federazione Ciclistica Italiana e riconosciuto dallo CSAIN Ciclismo. Avranno la durata di tre ore (dalle 9:00 alle 12:00) e si svolgeranno ogni due sabati a partire dal 17 febbraio 2018. Le lezioni annullate (per maltempo o altro impedimento) verranno recuperate il primo sabato utile successivo.

Alle lezioni del sabato saranno affiancate delle escursioni didattiche domenicali con cadenza almeno mensile.

Prima lezione gratuita aperta anche ai non soci

Quando: sabato 17 febbraio 2018 ore 9:00 (fino alle 12:00 circa).
Dove: Fonte di Santo Stefano, sul prato dal lato del sentiero per Mammolini/Ciana.
Requisiti obbligatori:

  • mountain-bike in buono stato (freni, gomme, sospensione/i e trasmissione);
  • casco;
  • possibilità di ridurre l’altezza sella (con regisella telescopico o agendo sull’apposito collarino);
  • pedali “flat” (ovvero senza agganci) con pin metallici e calzature con suola adatta, potrebbero andar bene anche scarpe da ginnastica con suole non particolarmente tacchettate.